Posts Tagged ‘ Giulia Baselica ’

Brodskij e gli altri

LA TRADUZIONE DELLA POESIA RUSSA IN ITALIA DAGLI ANNI OTTANTA DEL NOVECENTO AGLI ANNI DIECI DEL DUEMILA | di Giulia Baselica Se la parola dei poeti è spesso sintesi di un momento della storia pre-percepito con quell’intuizione sensibile che svela l’essenza vera delle cose, è proprio la poesia a rivelare il limen culturale di un’epoca, a indicare il cambiamento nel suo farsi, ad avvertire gli umani dell’imminenza di una svolta. Il premio Nobel per la letteratura attribuito al poeta russo Iosif Brodskij rappresentava, nell’ormai lontano 1987, l’annuncio di un cambiamento: confuso, indefinito e vago, ma comunque motivo di un’entusiastica, se…

Va' avanti »

La recensione / 4 – Un nuovo microgenere letterario

L’AUTOBIOGRAFIA DEL TRADUTTORE di Giulia Baselica | A proposito di: Massimo Bocchiola, Mai più come ti ho visto. Gli occhi del traduttore e il tempo, Torino, Einaudi, 2015, pp. 211, €18,00

Va' avanti »

Se non sei dissidente, non esisti

IL CASO DEGLI SCRITTORI SOVIETICI PUBBLICATI DA MURSIA di Giulia Baselica | Negli anni settanta Ugo Mursia, editore tutt'altro che filocomunista, si avventurò alla scoperta di scrittori dell'Unione Sovietica. Incontrando la più assoluta disattenzione, anche da chi si presumeva particolarmente esperto di letteratura russa contemporanea.

Va' avanti »

La recensione / 2 – Etica, immaginazione e licenza

di Giulia Baselica | A proposito di Maria Silvia Da Re, La bocca immagina. I poteri della traduzione artistica, Mimesis, Milano-Udine, 2013, pp. 135, €14

Va' avanti »

La recensione / 6 – A disposizione degli italiani un manuale russo del 1964

di Giulia Baselica | A proposito di Jsaak Josipovič Revzin e Viktor Jul’evič Rozencveig, Manuale di semiotica della traduzione, a cura di Bruno Osimo ed Ema Stefanovska, Milano, Bruno Osimo, 2014, pp.153, €9,49 (Kindle edition $12,55)

Va' avanti »

La recensione / 3 – Trascendere i confini (delle lingue, ma anche dei testi)

di Giulia Baselica | A proposito di Gaetano Chiurazzi, a cura di, The Frontiers of the Other. Ethics and Politics of Translation, LIT Verlag, Berlin–Münster–Wien–Zürich–London, 2013, pp. 248, €29,90

Va' avanti »

Metodo Stanislavskij con dizionari

È DI SCENA LA TRADUZIONE di Giulia Baselica | Proprio come il teatro, probabilmente anche la traduzione potrebbe essere definita un’«arte che si prefigge di rappresentare davanti a un pubblico, secondo determinate convenzioni, una serie di avvenimenti» (De Mauro 2000, ad vocem teatro). Obiettivo di entrambe le forme d’arte è rappresentare, cioè «mostrare alla vista una scena, un aspetto della realtà riproducendola mediante figure o segni sensibili» (Treccani), mentre, tanto sulla scena teatrale quanto sulla pagina tradotta, ciò che costituisce l’oggetto della rappresentazione – nel suo duplice significato di complesso di percezioni, concetti, fantasie, valutazioni che si offre alla coscienza,…

Va' avanti »

La recensione / 4 – La traduzione vale quanto l’originale

di Giulia Baselica | A proposito di Silvana Borutti e Ute Heidmann, La Babele in cui viviamo. Traduzioni, riscritture, culture, Bollati Boringhieri, Torino, 2012, pp. 264, € 25

Va' avanti »

La recensione / 7 – Sbagliate pure, qualcosa resterà

di Giulia Baselica | A proposito di Romolo Giovanni Capuano, 111 errori di traduzione che hanno cambiato il mondo, Stampa Alternativa / Nuovi Equilibri, Viterbo 2013, pp.232, € 15

Va' avanti »

La recensione / 4 – Una storia favolosa (e concreta) della traduzione

UN APPROCCIO PRAGMATICO E ORIGINALE di Giulia Baselica | A proposito di Is that a fish in your ear? Translation and the meaning of everything, New York, Faber and Faber, 2011, pp. 373, $27.

Va' avanti »