Archivio

La recensione / 1 – Primo Levi da vicino

di Eva Allione | A proposito di: Lezioni Primo Levi, a cura di Fabio Levi e Domenico Scarpa, Milano, Mondadori, 2019, pp. 648, € 28,00 Organizzate dal Centro internazionale di studi Primo Levi, le Lezioni poggiano su due capisaldi: la consapevolezza «della qualità del Levi scrittore e della ricchezza della sua opera» e la volontà di «precisare questa convinzione, di consolidarne le fondamenta radicandola più profondamente nello studio dei testi, […] di favorire un accesso rinnovato all’opera anche fra il pubblico dei non esperti», nonché di allargare «gli orizzonti della ricerca, estendendola a territori ancora ignoti». La formula è semplice:

Va' avanti »

La recensione / 2 –Le scrittrici celate

di Elisa Bolchi | A proposito di: Foreign Women Authors under Fascism and Francoism. Gender, Translation and Censorship, a cura di Pilar Godayol e Annarita Taronna, Newcastle upon Tyne, Cambridge Scholar Publishing, 2018, pp. 218, £ 61,99 Il libro raccoglie nove studi sulla pubblicazione italiana e spagnola di scrittrici straniere sotto il regime fascista e franchista,

Va' avanti »

La recensione / 3 – Il verso russo tradotto e la sua ricezione

di Giulia Baselica | A proposito di: Alessandro Niero, Tradurre poesia russa. Analisi e autoanalisi, Macerata, Quodlibet, 2019, pp. 378, € 28,00 Studioso e docente di letteratura russa all’Università di Bologna, autore di numerosissimi contributi sulla riflessione traduttologica traduttore, non soltanto, ma soprattutto, di poesia russa (Stratanovskij, Fedin, Sluckij, Prigov, Kropivnickij, Ryžij, Cholin e altri), con il volume Tradurre poesia russa. Analisi e autoanalisi Alessandro Niero apre una nuova via negli studi traduttologici.

Va' avanti »

La recensione / 4 – Salvatore Quasimodo plagiario?

di Frédéric Ieva | A proposito di: Elena Villanova, «Nell’ombra del poeta». Quasimodo traduttore dell’Antologia palatina, prefazione e saggio conclusivo di Luciano Bossina, Roma, Carocci, 2018, pp. 220, € 23,00. Nel 1950, Quasimodo si trovò a riflettere sull’evoluzione della propria poesia notando come essa si fosse orientata verso una maggiore «concretezza del linguaggio» (Salvatore Quasimodo, Una poetica, in Id., Il poeta e il politico e altri saggi, Milano, Schwarz, 1960, p. 25). Egli riteneva, inoltre, che il compito della poesia fosse quello di rifare l’uomo e le sua riflessione poetica si nutriva anche della lettura intensa dei classici che aveva…

Va' avanti »

La recensione / 5 – Il critico invisibile e altro…

di Mario Marchetti | A proposito di: Giovanna Lombardo, Grazie per la traduzione. Leonardo Sciascia e Mario Fusco – lettere 1965-1989, Firenze, Olschki, 2019, pp. 111, € 18, 00 Il piacere del libro, innanzitutto: un oggetto elegante, curato, dalla splendida carta color avorio e dal nitido carattere tipografico. Corredato da un paio di fotografie che alludono a piaceri oggi, in tempi di coronavirus e di salutismo, interdetti: in copertina uno scatto del sodale Ferdinando Scianna che inquadra Sciascia in tranquillo colloquio con un amico davanti al bancone di un bar dagli anodini tratti anni sessanta e, nell’apparato promozionale in fondo…

Va' avanti »

Le segnalazioni

a proposito di: Giorgio Fabre, Il censore e l’editore. Mussolini, i libri, Mondadori, Milano, Fondazione Arnaldo e Alberto Mondadori, 2018, pp. 525, € 24, 00 (Bruno Maida); Culture in traduzione: un paradigma per l’Europa. Cultures in Translation: a Paradigm for Europe, a cura di Irena Fiket, Saša Hrnjez e Davide Scalmani, Milano, Mimesis, 2018, pp. 146, € 16, 00 (Giulia Grimoldi); Michael Matheus, Germania in Italia. L’incontro di storici nel contesto internazionale, a cura di Gerhard Kuck, Roma, Unione internazionale degli Istituti di archeologia, storia e storia dell’arte in Roma, 2015, pp. 296, € 35, 00 (Gianfranco Petrillo)

Va' avanti »

La citazione – Tutto falso!

di Jean-René Ladmiral | Je dis souvent à mes étudiants: «Lisez Berman: tout est faux!».

Va' avanti »

Reminiscenze e borbottii / 12

Il vecchio lettore | A consolarlo dell’età che avanza spietata, una coppia di giovani amici ha fatto dono al vecchio lettore di un magnifico romanzo epistolare in cinque grossi (ed eleganti) tomi, intitolato Carteggio, autori Benedetto Croce e Giovanni Laterza, specchio di un aspetto importante della vita culturale italiana della prima metà del Novecento. L’avvincente lettura, oltre a fornire molte notizie di prima mano, suggerisce una miriade di considerazioni,

Va' avanti »

Lo storico direttore

Per nove anni e 16 numeri (e ½ …), la rivista «tradurre. pratiche teorie strumenti» è stata diretta da uno storico. Per salutare e ringraziare Gianfranco, ho dunque pensato di fare, appunto, un po’ di storia, avvalendomi dei verbali delle nostre prime riunioni di redazione. Era l’autunno del 2010, la rivista non aveva ancora né nome, né sede, né piattaforma wordpress, e la discussione si concentrava sulla scelta del nome. Il primo verbale risale al 29 settembre 2010, ore 18:00, aula 12 Agenzia Formativa Tutto Europa, via delle Rosine 14, Torino, e recita...

Va' avanti »

Caro amico, ti scrivo

di Barbara Ivancic |  Immaginatevi un traduttore alle prese con la traduzione francese di "Ada o ardore" di Vladimir Nabokov. Immaginatevelo così intimorito dalla portata del compito, da ritirarsi su una remota isola dell’Atlantico e affidarsi alla generosità degli isolani, che pur di aiutarlo, mettono su una sorta di impresa di traduzione collettiva, in cui ciascuno a modo suo partecipa al processo traduttivo. La storia è la trama di un romanzo (purtroppo non tradotto in italiano) di Erik Orsenna, il cui titolo, Deux étés (cfr. Orsenna 1997), allude alla durata di quest’impresa piuttosto bizzarra. Attraverso l’espediente della mobilitazione generale che ha…

Va' avanti »